Menu

Anello del Monte Zoncolan (cronoscalata da Ovaro)

Affrontare la salita del Monte Zoncolan da Ovaro non è impresa per tutti. Il Kaiser Zoncolan, così lo chiamano tutti i ciclisti, è la salita più dura d'Europa. Questo non per la sua lunghezza ma per le pendenze che, nei 4,5 km intermedi, non scendono mai sotto il 17% con punte del 23%.

Impegno Fisico
Tecnica
Road Book

Arrivare fino in cima dello Zoncolan (a 1750m) è una impresa.
Prima di cimentarsi nell’avventura, vi propongo un anello di avvicinamento che serve a scaldare i muscoli e anche a godere di un bellissimo paesaggio nella Carnia e nel bacino del fiume Tagliamento.

Vi suggerisco di partire direttamente dalla Baita Goles a circa 1 km dalla vetta, sul versante di Sutrio. La baita alpina è confortevole e ospitale.

L’anello inizia in discesa in direzione di Sutrio che si raggiunge dopo circa 10 km su fondo asfaltato in ottimo stato. Si prosegue poi in direzione Tolmezzo costeggiando un affluente del Tagliamento, fiume che si incontra nei pressi della cittadina borgo friulana (dove fare una breve sosta per un caffè).

Si prosegue poi utilizzando una ciclabile (molto articolata) che ci consente di evitare il tratto della strada statale molto trafficato e alcune gallerie.

La statale si percorre solo per 4 km per arrivare ad Ovaro. Qui si svolta a destra e ci si trova sotto l’Arco che indica l’inizio della salita dello Zoncolan.

Questo è il punto dove si fa partire il cronometro ma, in realtà, i primi 2 km, sebbene al 12%, non sono i più duri.

Infatti, arrivati all’abitato di Liares, si prende a destra e, dopo un breve tratto pianeggiante, inizia la salita più dura segnalata con dei cartelli con le foto dei campioni del passato e i km percorsi.

Il Kaiser non da tregua fino a 2,5 km dalla vetta, ma il tratto con meno pendenza è veramente breve e subito dopo ripartono le rampe a due cifre fino alle 3 gallerie scavate nella roccia, superate le quali si arriva all’ultimo tratto di salita caratterizzato da 3 tornanti e due curve finali tutti al 12%.

L’ultimo cartello è quello di Simoni, prima dell’ultima curva, che conserva ancora il primato di 39 minuti.

 

Download file: Zoncolan.gpx
  • Monte Zoncolan (Baita)
  • Monte Zoncolan
  • Sutrio
    Tolmezzo
    Ovaro
Suggerimenti

Lo Zoncolan vale un viaggio. Conquistarlo è un’impresa mitica per ogni ciclista proveniente da qualsiasi parte del mondo.

Non vi consiglio di affrontarlo senza preparazione fisica e psicologica. Il nostro gruppo di amici ha riservato 3 giorni a questa impresa.

Il primo giorno per il viaggio e per il sopralluogo del percorso da Ovaro.

Il secondo giorno per l’impresa e per scoprire il territorio, e il terzo per tornare a casa dopo una consistente cena nella baita.

Lascia un commento

Articoli correlati

Diventa un eroe di Castelluccio
L'Umbria del Grand Tour