Menu

Lo Stelvio – Anello da Malles con ritorno dal versante svizzero

Un bellissimo tour che consente di affrontare la salita dello Stelvio dal versante più blasonato, da Prato allo Stelvio, con i suoi 48 tornanti, scendendo poi dalla Svizzera passando per la valle di Mustair.

Impegno Fisico
Tecnica
Road Book

Si parte e si arriva a Malles, in Val Venosta, raggiungibile anche con il treno (è il capolinea della linea regionale Merano – Malles). Da Malles si scende a Laudes per immettersi sulla Ciclovia Claudia Augusta che attraversa tutta la Val Venosta.

La prima tappa è il borgo medievale di Glorenza (che merita una visita) per poi proseguire lungo l’Adige fino al Bio Parco per poi dirigersi a Prato allo Stelvio. Qui inizia la salita che porta al Passo dello Stelvio.

25 km per salire da quota 900 m a quota 2758 m che corrisponde al valico più alto d’Italia (Cima Coppi).

Il primo tratto sale con lunghi rettilinei fiancheggiando il torrente Solda. Si incontra l’abitato di Gomagoi e, poi, di Trafoi. Qui inizia il primo tratto con i tornanti, con pendenze anche a due cifre, ma all’interno di un fitto bosco. Sulla sinistra si può godere la vista del Massiccio dell’Ortler.

Intorno al 24° tornante (la numerazione è in ordine decrescente) si esce dal bosco e, al 22° si scopre l’ultimo tratto della salita, disegnata a zig-zag sul versante sud-est dello Stelvio.

Da quota 2000 m si sale fino al Passo. I tornanti consentono di respirare, ma è bene mantenere un ritmo costante e contare i tornanti rimanenti senza guardare troppo spesso in cima, dove è visibile il rifugio finale.

Arrivati al valico ci attende la confusione tipica dei passi alpini. Nel nostro caso, avendo scelto di percorrerlo a giugno, di mercoledì, abbiamo trovato pochissimo traffico (come dimostrano le foto).

Il ritorno a Malles è una sorta di premio alla fatica della salita. Si scende infatti fino al bivio per Bormio per prendere a destra la strada che porta in Svizzera. Superata la frontiera si apre uno scenario bellissimo, molto diverso dal versante fatto in salita. La strada ha un ottimo fondo e le curve sono ben disegnate. Il paesaggio varia in continuazione fino a raggiungere l’abitato di Santa Maria.

Si prosegue a destra in direzione Mustair seguendo la strada cantonale fino alla frontiera. Subito dopo si prende una ciclabile sterrata che ci porta fino a Laudes da dove si risale fino a Malles.

Download file: Stelvio.gpx
  • Malles Venosta
  • Malles Venosta
  • Laudes
    Prato allo Stelvio
    Gomagoi
    Trafoi
    Passo dello Stelvio
    Santa Maria (Svizzera)
    Mustair (Svizzera)
Valutazione del percorso

Bellissimo percorso con scenari mozzafiato. Consigliatissimo a tutti coloro che, per compiere l’impresa dello Stelvio, hanno bisogno di altre motivazioni, più finalizzate al godimento del paesaggio che alla prestazione atletica.

Lascia un commento

Articoli correlati

Passo Sella – La città dei Sassi (da Selva di Val Gardena)

Un percorso breve che mette insieme una salita mitica delle Dolomiti con uno degli itinerari sterrati più belli, alla scoperta della Città dei Sassi. La meta è il Rifugio Comici, sotto il Sasslong, dove fare una sosta prima di iniziare la lunga discesa che ci riporta a Selva di Val Gardena.

Diventa un eroe di Castelluccio
L'Umbria del Grand Tour