Menu

Un percorso breve che mette insieme una salita mitica delle Dolomiti con uno degli itinerari sterrati più belli, alla scoperta della Città dei Sassi. La meta è il Rifugio Comici, sotto il Sasslong, dove fare una sosta prima di iniziare la lunga discesa che ci riporta a Selva di Val Gardena.

Impegno Fisico
Tecnica
Road Book

Questo tour di soli 26 km, mette insieme una delle salite mitiche delle Dolomiti che ci porta in cima a Passo Sella a quota 2240, e una escursione bellissima alla “Città dei Sassi“, sotto il Sasslong, fino al Rifugio Comici.

Lo scenario è tra i più belli della zona. In genere il Passo Sella si affronta con la bici da corsa, ma in questo caso, è consigliata la mountain bike o, al massimo, una gravel con copertoncini tassellati.

Si parte dal centro di Selva di Val Gardena e si prende la salita che porta al bivio per Passo Gardena e Passo Sella.

Si prende a destra per Passo Sella e si prosegue la salita su strada asfaltata che non presenta pendenze impossibili.

Arrivati al primo rifugio dove la strada spiana un po’ il tour prosegue per 1 km per arrivare in cima al Passo e poi tornare indietro e prendere la strada sterrata che ci porta sotto il Sasslong a quota 2247 e poi scendere verso il rifugio Comici.

In questo tratto bisogna fare attenzione perchè è molto frequentato da escursionisti a piedi.

Dopo una sosta al Rifugio, uno dei più attrezzati delle Dolomiti, si torna indietro su un sentiero in leggera discesa per poi imboccare di nuovo la strada asfaltata e tornare a Selva di val Gardena.

Download file: Passo-Sella-La-Città-dei-Sassi-1.gpx
  • Selva di Val Gardena
  • Selva di val Gardena
  • Passo Sella
    Rifugio Comici
Valutazione del percorso

La prima parte del percorso, da Selva di Val Gardena fino al bivio per Passo Gardena presenta dei tornanti ed è molto trafficata. Dopo il bivio il traffico diminuisce un po’ ma è comunque necessario fare attenzione. D’altronde il problema si presenta su tutti i passi dolomitici per ovvi motivi.

Nonostante questo vale la pena affrontare questa salita perchè questo è il versante più abbordabile e, in oltre, si gode della vista del Sasslong a destra e del Gruppo Sella a sinistra che sono spettacolari.

La conquista del Passo Sella, con i suoi 2240 m, è sempre meritevole di una foto. Tranne l’ultimo chilometro che è un po’ più impegnativo, il resto della salita è pedalabile.

Soddisfatti per il risultato raggiunto, il resto del percorso presenta una bellissima sorpresa perchè la Città dei Sassi è sicuramente una delle perle delle Dolomiti e vale la pena affrontare questo percorso sterrato per poter godere di panorami bellissimi.

La sosta al Rifugio Comici è d’obbligo perchè è una struttura molto bike friendly.

Il ritorno è altrettanto bello e meno impegnativo. E’ solo necessario fare attenzione ai pedoni e al traffico che si infittisce avvicinandosi a Selva di Val Gardena.

Racconto dell’esperienza di viaggio

Ho scoperto la Città dei Sassi partecipando alla Sella Ronda Hero facendo il percorso di 50 km. Il tratto che attraversa la Città dei Sassi è quello che precede quello conclusivo, in discesa fino a Selva di Val Gardena. Pur essendo la Hero una competizione, quando sono passato per la Città dei Sassi non ho potuto fare a meno di fermarmi per apprezzare il panorama prima di affrontare la discesa.

Successivamente ci sono tornato con la mia compagna facendo il tour che vi sto illustrando e che mi ha dato modo di apprezzare ancora meglio il percorso e i panorami unici che ti si presentano.

Il primo tratto su asfalto lo conosco molto bene per averlo percorso più volte in tutte e due i versi avendo partecipato più volte al Sella Ronda Day e alla Maratona delle Dolomiti. La salita che porta a Passo Sella, da questo versante è meno dura ma, forse, più bella, anche se i confronti da queste parti sono molto difficili.

Certamente fatto con la bici da corsa è più scorrevole, ma, volendo aggiungere l’esperienza della Città dei Sassi, vi consiglio di utilizzare una mountain bike.

Suggerimenti

Oltre al Passo Sella che è uno dei valichi mitici del Ciclismo nelle Dolomiti  (più volte negli anni c’è passato il Giro d’Italia), da vedere la Città dei Sassi, un parco naturale con la presenza di bellissimi massi caduti dalla cima del Sassolungo.

Consigliata una sosta al Rifugio Comici.

 

Lascia un commento

Articoli correlati

Diventa un eroe di Castelluccio
L'Umbria del Grand Tour