Menu

Arriva la primavera per la mobilità dolce di AMODO

Dal 21 marzo al 21 giugno 2020 decine di eventi saranno protagonisti della Primavera per la Mobilità Dolce 2020, per chi ama pedalare, camminare, scoprire ferrovie turistiche, alla scoperta della bellezza della natura, dei piccoli borghi e del paesaggio italiano.

Il 2020 è stato indetto dal Ministro Franceschini del Mibact come l’anno del treno turistico! Quindi evento centrale della Primavera sarà la Giornata Nazionale delle Ferrovie delle Meraviglie, fissata per il 23 e 24 maggio 2020, dove antiche ferrovie e vecchi tracciati, ferrovie sospese e linee locali, saranno valorizzate con treni turistici o come greenways con cammini e pedalate.  

Vi informiamo che il lancio della Primavera Dolce sarà il 7 marzo 2020 a Milano durante “Fà la cosa giusta!”, fiera sugli stili di vita sostenibili organizzata da Terre di Mezzo. Al mattino si svolgerà un evento dedicato al Treno Turistico ed al Ferrociclo, (ore 11-12, Piazza Viaggiatori) mentre al pomeriggio avremo due seminari sul progetto Scuole in Cammino e Intermodalità Lenta.

A giugno, per la chiusura della Primavera, sarà presente la consueta Maratona Ferroviaria 2019 lungo i tracciati ferroviari locali, alla scoperta delle reti di mobilità dolce nei territori.  

Con questi eventi vogliamo sollecitare le Istituzioni nazionali e locali per l’attuazione della Legge per le ferrovie turistiche, per lo sviluppo della mobilità ciclistica e la realizzazione delle ciclovie turistiche come previsto dalla Legge 2/2018,  per la crescita dei cammini con l’aggiornamento dell’Atlante e gli investimenti sulle reti.

Ma soprattutto vogliamo coinvolgere i cittadini e le cittadine per far crescere la cultura del piacere del viaggio slow nel paesaggio italiano.

Articoli correlati

Grand Tour Rando (Promo)

Il Grand Tour Rando è il percorso della prima Randonnée dell’Umbria. In realtà sono 4 percorsi ad anello di 300,

Anello del Monte Zoncolan (cronoscalata da Ovaro)

Affrontare la salita del Monte Zoncolan da Ovaro non è impresa per tutti. Il Kaiser Zoncolan, così lo chiamano tutti i ciclisti, è la salita più dura d’Europa. Questo non per la sua lunghezza ma per le pendenze che, nei 4,5 km intermedi, non scendono mai sotto il 17% con punte del 23%.